domenica 11 giugno 2017

aerografia e pittura su tela





Negli ultimi lavori, ho pensato di cambiare supporto,
ed andare a pastrocchiare su tela da pittura. Ho cominciato anche ad inserire qualche tocco di pennello quà e là, poca cosa, dato che non sò usare i pennelli. ...ma è un inizio.
Ho comperato delle tele preconfezionate, pronte all'uso, e dei nuovi colori acrilici in vasetto.
Ho scelto con cura delle immagini molto belle, e sopratutto ad alta risoluzione.
Le ho fatte stampare su carta, e con quelle ho ricavato un disegno lineare dei contorni del soggetto.
E come un puzzle  ho cominciato l'aerografia, dopo che avevo sistemato il fondo a pennello.
Gli acrilici in vasetto, mi hanno assicurato un ottima presa sulla tela, meglio dei classici colori per aerografia....e con la giusta diluizione, si spruzzano anche bene.








Poco alla volta imparo cose nuove ed utili, quali non mischiare mai tecniche o colori  diversi su tela, perchè se si vuole proteggerla con del protettivo a pennello, questo potrebbe portare via il colore o la matita. meglio usare un protettivo a spruzzo. mentre se avete una vernice  per pennello, usate sempre colori acrilici, sia da aerografo che da pennello.......molti usano stendere un bel bianco sulla tela per renderla liscia e adatta all'aerografo, ma io credo che così facendo, si tolga molto della bellezza della trama della tela, tanto vale lavorare su una tavola. Miscelare aerografo e pennello, poi, è un'impresa.
..e lo stò provando sulla mia pelle.  Per questo, stò provando e riprovando.


sabato 1 aprile 2017

step by step, aerografare una t-shirt


Primavera, e non solo, è il tempo per cominciare ad aerografare tshirt, ma anche giubbotti e maglie possono essere decorati. E indossare un tuo disegno, anzichè la pubblicità di una grande marca, è una bella soddisfazione.
Come ogni lavorazione, ha le sue regole a cui attenersi. Si lavora su una base non proprio fissa, il tessuto si muove, ha uno spessore, che a volte impedisce disegni con molti particolari. In genere, un disegno semplice, dà i migliori risultati.
 I colori devono essere specifici per lavorazioni custom, cioè devono contenere un legante che possa aggrappare molto bene al prodotto su cui vengono stesi, altrimenti al primo lavaggio, il colore comincia a sbriciolarsi in granellini e sbiadisce. Ci sono marche di colori acrilici all'acqua specifici per tessuto oppure dei medium per tessuto da miscelare al colore.Informatevi bene prima di comperare colori che poi non sono adatti.



Per questo step, ho scelto un disegno molto semplice. Ho fatto una fotocopia
 in bianco e nero,ingrandita, e poi l'ho ricalcata su di un cartoncino.



 Nel frattempo, lavate bene la tshirt bianca, che sia possibilmente di cotone 100%......poi un cenno sui colori, non tutti vanno bene.o meglio, ce ne sono di ottimi creati appositamente per aerografare su superfici come tessuto, cuoio, alluminio, legno, plastica.....ed altri adatti meglio su carta.Per il tessuto consiglio tre tipi di colori che si prestano ottimamente al tessuto, CREATEX, molto buoni, ma non facili da gestire, gli E'TAC SERIE "PS" ed i MEDEA TEXTILE con il loro fissativo.  Servirà inoltre un bisturi da taglio e del nastro di carta.




Foto 1 - poggiando il cartoncino su un vetro a cui era attaccata la fotocopia, ho ricalcato il disegno con una matita. Per semplificarlo, eliminerò alberi e cespugli.
Foto 2 - Comincio ad intagliare la sagoma della casa, avendo cura di poggiare il foglio su un cartoncino molto robusto, così da non intagliare la superficie dove lavoro.



Continuate ad intagliare la sagoma della casa. Al termine, avrete due sagome, una positiva e l'altra negativa. Le finestre le intaglieremo alla fine del lavoro.




Ora avete la maschera pronta, è ora di preparare la tshirt. Prendete un cartoncino molto robusto e tagliatelo a misura della tshirt. Infilatelo dentro in modo che la maglia sia ben tesa. Se non lo è, tiratela da voi e l'avanzo lo ripiegate nel retro della maglia, fissandolo con del nastro carta, così come le maniche. Attaccate del nastro anche nella parte bassa, cosicchè sia ben tesa da tutte le parti.Se avete un fissativo acrilico, o per tessuti, potete darlo su tutta la superficie, in modo da creare una base solida per il colore.



Inserite la maschera sulla maglia, e coprite le parti scoperte con il nastro carta.
Ora prepariamo il colore, del nero puro con qualche goccia di acqua, e cominciamo a dare delle leggere passate di colore su tutta la superfice. Avvicinatevi in modo da far penetrare il colore dentro le maglie del tessuto. Aiutatevi con dei pesi o un righello mentre aerografate, così da non far alzare la maschera, e tenere i bordi più puliti.




Il nero è finito, ma prima di togliere la maschera, sollevatela poco per vedere se il colore è uniforme. Lasciate la parte in basso, leggermente sfumata, come se ci fosse la nebbia.




Preparate un disco di carta oppure aiutatevi con un piattino da caffè e sistematelo in alto a destra.Cominciamo a stendere un blu per il cielo. Qui uso colori trasparenti, ma se voi disponete di coprenti (opachi), dovete coprire il lavoro fatto in precedenza.





Dopo il blu, aggiungo del viola per dare più tono al cielo, ed aerografo la luna, a seconda della fantasia che disponete, potete farla bianca, con velature verdi per renderla più tetra, insomma a vostra discrezione....aggiungo del giallo limone in basso per evidenziare meglio il terreno con le croci. Finito, lascio asciugare bene alcune ore, e passo con il ferro da stiro per far abbassare la peluria del tessuto, che inevitabilmente si alza con il colore bagnato. Inserite sopra il disegno, un foglio di carta forno!!!!!!



Ora è il momento di intagliare le finestre e posizionare la seconda maschera sul disegno. Preparate del bianco con poca acqua. Dovrete dare più passate per avere un bianco coprente.




  Ora è finita, se volete, potete arricchirla con altri pipistrelli, col bianco dare delle velate orizzontali come nebbia allargare il cielo usando altri colori. Quando avrete terminato. aspettate almeno 3-5 ore poi ripetete  il ciclo con il ferro da stiro, sempre con la carta forno sul disegno. Stirate 5-10 minuti senza vapore, al massimo del calore, poi ripetete rivoltando la maglia e stirando nella parte interna. 







Aspettate 24 ore, poi se avete un fissativo, passatelo su tutta la superfice, anche internamente...ora avete la vostra tshirt personalizzata. IMPORTANTE, aspettate almeno 7 giorni prima di lavarla (delicatamente, a mano, max 30°) per dar modo al colore di asciugare ed aderire bene al tessuto.Un buon consiglio, prima di fare un lavoro, fate una prova su una vecchia maglia.

domenica 5 marzo 2017

aerografia libera

Dopo tanti anni di aerografia classica, dopo aver aerografato di tutto, dai motorini alle moto, dalle tazze da cesso ai cellulari, dopo ritratti e illustrazioni varie, ogni tanto si sente il bisogno di svariare un poco, di poter liberare la mente dalle barriere che ci siamo costruiti,  allora si stacca, si prende una tela e la si ricicla dal vecchio disegno, poi si comincia a fare qualche linea, qualche macchia quà e là,  un pò di rosso, un pò di blu, e piano piano cominci a delineare qualche cosa.  vai libero, senza schemi, senza regole, e cominci a divertirti.  pensi, mentre vai avanti, di fare delle nuvole, mi sono sempre piaciute le nuvole, ed allora aggiungi dei toni più scuri, poi schiarisci di quà, e ri-scurisci di là,  e le nuvole ad un certo punto, diventano dei fumi, allora aumenti il blu sotto, inserisci un pò di rosa in alto, e continui ad andare, senza sapere cosa stai facendo.  alla fine, esce fuori qualcosa, non sò cosa, non importa...non è ben fatto, non è curato, ma non importa.  oggi mi andava così!
aerografia su tela, colori acrilici





domenica 18 dicembre 2016

"PIETA' vaticana, di Michelangelo Buonarroti, 1497-1499, aerografia su cartoncino


Questo è un tentativo di riprodurre da foto, un'opera d'arte che non ha bisogno di presentazioni.
Il lavoro è molto utile per capire colore, profondità, mezzitoni, ed un ottimo esercizio di tecnica aerografica.
Certo, ci sarebbe ancora da lavorare, ma ogni tanto, è bene prendere delle pause....a mente fredda, si notano meglio difetti o zone da migliorare. Ho lavorato con acrilici trasparenti, sovrapponendo grigi freddi a gialli e rosa e azzurri...forse il più complicato, è stato il fotografare il disegno, cosa assolutamente non facile.

domenica 20 novembre 2016

FURY, illustrazione ad aerografo su cartoncino






 Immagine molto bella, come daltronde lo sono i colori,scuri, cupi, freddi, che rendono l'immagine
molto accattivante. Sembrava un lavoro molto difficile, di quanto lo sia stato. Ho riportato l'immagine
su un foglio di carta da lucido, ed ho cominciato ad intagliare pezzo per pezzo, come un puzzle.
Prima lo sfondo, poi cominciando dai capelli, creando solo le zone nere., in seguito passato al viso
che ovviamente ha richiesto diverse ore....la giacca ha richiesto una giornata di lavoro, realizzata
quasi interamente ad un colore, su cui ho lavorato molto con gomma elettrica, matita-gomma e raschietti
vari per la trama del tessuto. Un lavoro nel complesso che ha dato molte soddisfazioni

sabato 16 luglio 2016

aerografie su alluminio



       Questi sono cinque, di sei quadretti, eseguiti su pannelli di alluminio
        di cm. 35x60. Verranno poi fissati al muro tramite due viti a pressione con 
         due distanziatori, che terranno il pannello, distante circa 3 cm. dalla parete.
         I pannelli sono stati reperiti presso un azienda di cartellonistica pubblicitaria.
        Sono già colorati di bianco e trattati, quindi non necessitano di
           primer o fondo aggrappante.Il bianco steso è lucido, quindi ho carteggiato
             con carta fine e pulito con antisilicone, ed infine ho steso un fondo bianco acrilico opaco.
              Ultima operazione è stata quella di ripassare carta fine per lisciare la superficie prima
         di cominciare ad aerografare. I colori sono della ditta E'TAC serie PS 
        con fissativo finale.Una volta lasciati asciugare molto bene, verrà stesa uno strato 
    di resina epossidica molto trasparente, che si autolivella. La resa finale
     sarà identica al trasparente da carrozzeria, ma con un costo molto più contenuto.



lunedì 25 aprile 2016

step by step black & white illustration

Questo lavoro, è stato eseguito su cartoncino schoeller in formato 40x50 cm. Dopo aver stampato la foto a grandezza naturale, ho ricalcato il tutto su un foglio di carta da lucido per disegno. Il foglio, mi servirà per creare  quelle maschere mobili utili alla lavorazione. Il primo passaggio, è stato creare la zona che fà da sfondo.Le prime passate di nero, sono leggere, man mano che si procede, si sistemeranno meglio.







Finito lo sfondo, passo al primo oggetto, la panchina, Anche qui non curo i particolari, lo farò in seguito.Uso sempre un nero molto diluito.





Finito lo sfondo, attacco i soggetti in primo piano, una parte di panchina e le zone nere piene dell'omino.




Finisco la parte a destra della panchina e il basamento, e assieme, continuo a completare le zone dello sfondo che non avevano ancora raggiunto la forma definitiva. Mi aiuto anche con una gomma elettrica ed una matita-gomma, per tenere pulite le luci e le zone chiare dell'immagine.




Ora che ho le ombre sui pantaloni, a mano continuo e definisco meglio il tutto, completando con le scarpe e un pò del terreno.




Il lavoro si stà completando, continuo con la giacca e curo qualche altro particolare, come l'alberello alla destra. Altri passaggi di gomma elettrica per pulire le luci che si sono sporcate.




Dopo la giacca, è ora del panciotto, sempre con nero molto diluito, e del terreno.




Sono alla fine, completo il viso e le mani, cosa molto complicata date le dimensioni molto piccole. Sul viso, la gomma elettrica si rivela molto utile. Completo il terreno con i particolari, curo un ultima volta le luci sui basamenti e sulle foglie dello sfondo, ripasso le zone nere dei vari oggetti, e cerco di sistemare il tutto meglio che posso.Il lavoro è finito, una buona preparazione, una buona foto ad alta risoluzione, l'uso sapiente di maschere mobili e gomma elettrica mi hanno aiutato tantissimo.